Lun-Ven 8-19.30

Sab 8-13

Viale Ippocrate 28

00161 Roma

+39.06.69365567

info@calzinimmobiliare.com

Voglia di primavera? Prepara il tuo terrazzo

Ci siamo quasi, anche se non ci siamo ancora: la primavera inizia ad annunciarsi nelle fioriture, sempre più precoci, delle mimose. E quando la natura si risveglia il buon giardiniere la segue! Puoi iniziare a preparare il tuo spazio esterno -sia esso costituito da giardino, terrazzo o balconi- già da febbraio, che, ti anticipiamo, non è un mese adatto ai pigri perché sono molte le cose da fare. Prima di tutto le piante che avevi riparato dentro casa possono essere di nuovo portate fuori, a godere del nuovo sole e di quei pezzetti di cielo azzurrissimo che iniziano a intravedersi dietro nuvole stanche e sfilacciate. In questo periodo si potano diverse piante e senz’altro le rose. La potatura delle rose è molto complessa e non può essere improvvisata, quindi, se non sei pratico, prima studia un po’, eventualmente guardando qualche tutorial su Youtube. Non vanno, invece, potate le piante che fioriscono sui rami cresciuti l’anno scorso, come la forsizia. Tra febbraio e marzo si seminano molte ornamentali e si procede ai trapianti delle piante che adesso stanno un po’ strettine nei vecchi vasi: se usi un terriccio di ottima qualità darai un ottimo sprint iniziale e ti assicurerai una fioritura esplosiva quando la primavera si ufficializzerà sul calendario. Gli alberi da frutto vengono messi a dimora in questo periodo e ne esistono di adatti anche ai piccoli spazi. Per esempio il fico donerà al balcone un aspetto mediterraneo, ma in un grande vaso puoi coltivare anche il melo, il pesco e il melograno.Se riesci a occuparti anche di un piccolo orto sappi che questo è il momento giusto per seminare basilico, pomodori e zucchine, ma anche aglio e cipolla. L’orto in terrazzo o in balcone non è un’impresa disperata: puoi ottenerlo acquistando grandi cassette di legno o altri contenitori specifici, spesso di forma quadrata, venduti dai garden center. Prepara i contenitori stendendo sul fondo 2 cm di argilla espansa e sopra l’argilla uno strato di tessuto non tessuto, che impedirà alle palline di mischiarsi con il terriccio, poi procedi alla semina. A partire da marzo puoi iniziare a fertilizzare con concimi a cessione lenta. Devi invece affrettarti a piantare i bulbi a fioritura primaverile, perché sei quasi fuori tempo massimo.Se invece ti sei trasferito da poco in una nuova casa e stai iniziando da zero nella definizione del tuo spazio verde, forse desideri vedere i primi risultati in poco tempo. In questo caso punta su piante a crescita veloce, che sono generalmente le annuali: nel giro di poco tempo germinano, fioriscono e producono i semi. Per esempio la malva, che è anche commestibile, oppure le ortensie o la salvia.Siamo certi che il solo occuparti della risistemazione degli spazi esterni ti permetterà di intravedere quella primavera che stiamo tutti cercando smaniosamente, con gli occhi, il naso ma, soprattutto, il cuore.

img

Luigi Calzini

Agente Immobiliare , quasi 20 anni nel settore. Ho iniziato a fare questo lavoro dopo aver subito un torto da un’agenzia di un noto marchio in franchising, cosa che mi aiuta a fare questo lavoro mettendomi , in ogni trattativa, nei panni del cliente. Un creativo appassionato di marketing nel campo immobiliare. Amo la musica. Padre di Daniele. Innamorato di Debora.

Correlati

Da Los Angeles a Mumbai, passando per la Costa Azzurra: ecco le case più lussuose al mondo

A chi, ogni tanto, non piace sognare? Sicuramente, i proprietari di queste case sognano davvero in...

Continua a leggere
Luigi Calzini
da Luigi Calzini

Cos’è e a cosa serve l’APE, l’attestato di prestazione energetica

L’APE è il documento che descrive le caratteristiche di prestazione energetica di un edificio...

Continua a leggere
Luigi Calzini
da Luigi Calzini

Perché l’agente immobiliare deve essere presente durante la visita

La visita all’immobile è un momento determinante e carico di aspettative per entrambe le parti:...

Continua a leggere
Luigi Calzini
da Luigi Calzini