Lun-Ven 8-19.30

Sab 8-13

Viale Ippocrate 28

00161 Roma

+39.06.69365567

info@calzinimmobiliare.com

Un albero di Natale per stupire tutti

Un albero di Natale per stupire tutti

 Non esiste nessuna regola e nessun giorno prestabilito per fare l’albero di Natale, eppure tutti amiamo dedicare a questa tradizione la giornata dell’8 dicembre, giorno in cui si festeggia l’Immacolata Concezione. È un rito da onorare con tutti i crismi, tirando giù dalla soffitta o fuori dal garage gli scatoloni impolverati, sorprendendoci ogni volta che scartiamo le decorazioni di cui ci eravamo dimenticati, quelle che ci ha lasciato la nonna (che amiamo più di tutte le altre), quelle che ci hanno regalato l’anno scorso e anche quelle self made, che abbiamo preparato con le nostre manine laboriose e ispirate.  Il giorno in cui si fa l’albero c’è da preparare il tè con i biscottini verso metà pomeriggio, bisogna selezionare con cura la musica di sotto fondo (importantissima ed ispiratrice!), occorre assegnare ruoli a ogni membro della famiglia, tenendo conto delle diverse inclinazioni: il precisino a cui si affida la parte tecnico progettuale, i bimbi a cui si lascia disordinare tutto, cambiando la disposizione delle decorazioni.È un campo in cui ognuno ha le sue preferenze: c’è chi addobba alberi bicolore o mono colore, c’è chi vuole solo le luci bianche e chi non transige sull’eleganza delle decorazioni in vetro. Ma quest’anno preparati a cambiare, a ragionare “out of the box” e decorare un albero mai visto prima, seguendo i nostri suggerimenti. Ecco 5 alberi di Natale veramente alternativi, che lasceranno tutti a bocca aperta e si realizzano con poco. Preparati, però, a sfoderare pazienza e creatività. Albero di Natale dei poveri. Abbiamo tutti diritto a goderci il nostro albero, anche se siamo appena andati via di casa e non abbiamo ancora acquistato o ricevuto in regalo nessuna decorazione, e anche se lo spazio in salotto non è sufficiente per ospitare un pino. Allora ecco un’idea per un albero da parete: stilizzato, formato da strisce di legno più lunghe sotto e più corte sopra, sulle quali incollare i rami di pino che ti sarai procurato nei vivai (o anche quelli sintetici, meno poetici ma pratici). In un centro per il bricolage fatti tagliare delle strisce di legno di cui avrai calcolato la lunghezza, seguendo uno schema precedentemente disegnato sul muro. Con la colla a caldo poi incolla i rametti sulle strisce e, dopo che si saranno asciugate, applica sul retro del nastro da pittore biadesivo. L’effetto è assicurato, soprattutto se arricchisci i rami con glitter e festoni.Albero di Natale a parete. Ancora una volta adatto ai piccoli spazi l’albero di Natale a parete (e fatto solo di luci) è un’ottima soluzione minimal chic. Per realizzarlo ti servono soltanto un filo di luci bianche o colorate, una parete (o porzione di parete) a tua scelta, spago, chiodi e martello. Procedi disegnando a zig zag la forma dell’albero di Natale, con una base più larga, per andare poi a restringersi sempre di più verso la punta. Non dimenticare di calcolare la distanza necessaria per la presa di corrente. Adesso segui la linea disegnata facendo passare lo spago tra i chiodi che hai piantato nei punti strategici. A questo punto avvolgi il filo luminoso usando come guida lo spago. Puoi arricchire l’albero luminoso con alcune decorazioni leggere, per esempio con delle stelle in carta bianca o colorata.Albero di Natale con le scatole. Se stai cercando un’idea low cost per un albero di Natale di sicuro effetto prova a realizzarne uno con scatole e scatoloni. Per la base ti occorre uno scatole grande, che potrai elemosinare nel tuo supermercato di fiducia; per riempire gli altri livelli (devi ottenere la forma di una piramide), invece, potrai usare anche le scatole delle scarpe che hai già a casa. Ogni scatola dovrà essere precedentemente confezionata e rivestita con carta colorata, dorata o argentata oppure, per un effetto riciclo, con la carta dei giornali. Albero e regali diventano qui un’unica cosa: metti i regali dentro ogni scatola e preparati a stupire chi dovrà aprirli in questo modo così alternativo! Albero di Natale etnico. Questo albero è adatto a chi ha viaggiato molto e raccolto ninnoli sfiziosi in giro per il mondo, ma anche a chi avrebbe voluto farlo. Forse hai gusti esotici e ami perderti, anche solo con la fantasia, nel mistero di terre lontane. Addobba l’albero pensando al mondo che hai o avresti voluto vedere: con le conchiglie, le spezie orientali o tropicali (l’anice stellato farà un figurone), le decorazioni tirolesi o svedesi, ritagli di stoffa etnica o decorata, le cianfrusaglie recuperate dai rigattieri e nei mercatini oppure riempilo con i souvenir che conservi in casa. Albero di Natale culturale. Quanti libri hai in casa? Anche se sono pochi puoi realizzare un albero di Natale da vero topo di biblioteca, disponendoli a mo’ di cono. Inizia dalla base scegliendo per questa i libri più grossi e pesanti: componi così un cerchio (se vuoi puoi disegnarlo prima sul pavimento) il cui diametro dipende dalla grandezza dell’albero che vuoi realizzare. Aggiungi poco alla volta gli strati successivi, avendo cura di disporre i libri sempre con il dorso verso l’esterno e gli angoli ben sporgenti, ad imitazione dei rametti di un albero. Quando stai per avvicinarti alla punta smetti di comporre cerchi concentrici e inizia a impilare i libri. Aggiungi fili di luci e decorazioni a piacimento e completa con un puntale alternativo, come una grossa pigna. E tu hai mai realizzato alberi di Natale diversi da quello tradizionale o lo hai fatto quest’anno? Facci sapere nei commenti.

img

Luigi Calzini

Agente Immobiliare , quasi 20 anni nel settore. Ho iniziato a fare questo lavoro dopo aver subito un torto da un’agenzia di un noto marchio in franchising, cosa che mi aiuta a fare questo lavoro mettendomi , in ogni trattativa, nei panni del cliente. Un creativo appassionato di marketing nel campo immobiliare. Amo la musica. Padre di Daniele. Innamorato di Debora.

Correlati

Devi vendere casa per comprarne una nuova? Ecco come fare

Devi vendere casa per comprarne una nuova? Ecco come fare Nella nostra esperienza immobiliare una...

Continua a leggere
Luigi Calzini
da Luigi Calzini

Ecco perché serve un piano marketing per vendere la casa

Se il vostro obiettivo è riuscire a vendere casa dobbiamo essere chiari fin dal principio: un...

Continua a leggere
Luigi Calzini
da Luigi Calzini

Maggio è il mese del toro: qual è la casa ideale per il segno?

Oroscopi e profili zodiacali non mettono tutti d’accordo: qualcuno ci crede, altri considerano la...

Continua a leggere
Luigi Calzini
da Luigi Calzini